Monthly Archives: September 2013

Poetwitter

Standard

(Mandate al concorso Poetwitter della Biblioteca di Empoli; massimo 126 caratteri, ovvero 140 meno @biblioempoli, almeno una su tre doveva riguardare libri e lettura.)

1.
Di(gi)ta bit
di mancate sinapsi-
scrivere non più arte ma tecno-
logica trovato algoritmo
stac/cato. Regolare.
Batte il pixel.

2.
Mi spiace, ma non posso
ridurre la vastità
della mia vita a 140 caratteri.
Troppo è successo
e troppo ancora verrà.
Banane.

3.
Contenere l’universo
di pagine e capitoli
in poche parole, nei limiti
d’uno spazio bianco
orlato d’azzurro.
La differenza?

Advertisements

Appartenere

Standard

Dai voce a parole che non ti appartengono
racconti di serate mai trascorse con amici
mai trovati amori mai provati
falsi provincialismi e aneddoti di cittá
a te sconosciute unendoti a voci dialettali
risate accentate e di gusto
esaltato da sapori che mai hai assaggiato.

Sai unirti a cori di squadre che non tifi
quartieri sconosciuti e rioni disabitati
di paesi cittadine villaggi metropoli in attesa
del ritorno di figli e figlie
i cui panni troppo larghi troppo stretti indossi
abiti in case e famiglie non tue
coprendoti il volto con sorrisi ed emozioni.

Ti accolgono ti salutano ti amano
per un giorno un mese un anno.
E ogni volta te ne vai,
con la coscienza di poterlo
doverlo fare ancora
e ancora, ad ogni tuo ritorno.