Nikki Giovanni

Standard

‘When the world is too much.’ Quando il mondo è troppo. Da sopportare, da sostenere, da seguire.

Non è la mia di voce che importa, che serve, che conta al momento. Rinuncio quindi alle discussioni sull’invisibilità di chi traduce, per fare da tramite a queste, di voci. Una al giorno. Diciassette giorni. Diciassette voci, per più di 530 persone uccise.

Come entri

Come entri
in una poesia

Dallo stesso punto
in cui entro in te
con equilibrio
e fiducia
e un senso sgargiante
di avventura

Colorare fuori
dalle righe
indossare abiti tagliati
contro i pregiudizi
con spezie
in mezzo ai fiori

Una poesia si spiega
come un piccolo di pipistrello
che prova ad aprire le ali
o la micetta che inizia
a muoversi sulle zampe
o un cane fedele
su zampe artritiche
che avanza verso la porta

C’è la tristezza
insieme alla perdita
nella promessa
di un amore

Iniziamo una poesia
con desiderio
e la finiamo con
responsabilità

E ridiamo
per tutte le tempeste
che sicuramente
arriveranno

Abbiamo ombrelli
Abbiamo stivali
Abbiamo l’uno
l’altro

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s