Fondamenta

Standard

La vita è breve, ma non lo dico ai miei figli.
La vita è breve e la mia l’ho accorciata
in migliaia di modi, deliziosi, imprudenti,
migliaia di modi deliziosi e imprudenti
che non dirò ai miei figli. Il mondo è almeno
al cinquanta percento terribile, arrotondando la stima
per difetto, ma non lo dico ai miei figli.
Per ogni uccello c’è una pietra scagliata all’uccello.
Per ogni bambino amato, un bambino spezzato, insaccato,
gettato in un lago. La vita è breve e il mondo
è per metà terribile, e per ogni gentilezza di sconosciuti
c’è uno sconosciuto pronto a spezzarti,
ma questo non lo dico ai miei figli. Sto cercando
di vendergli il mondo. Ogni agente che si rispetti,
mentre ti mostra la peggior catapecchia, si vanta delle
fondamenta: Questo posto potrebbe essere bellissimo,
vero? Potreste rendere questo un posto bellissimo.

[Originale di Maggie Smith (1977-), ‘Good Bones‘.]

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.