Monthly Archives: March 2017

gli uomini piangono in palestra, di Andrew McMillan

Standard

gli uomini piangono in palestra
usano l’asciugamani per coprire
i singhiozzi    i cuori cresciuti troppo
per i loro petti    i petti cresciuti troppo
per le loro camicie    sono vestiti come bimbi
che si son dimenticati la roba da ginnastica
piangono nei cubicoli dei cessi
e poiché si sono scolpiti
come statue vuol dire che Dio
è entrato in loro    strizzano
il viso come asciugamani sudati
nel lavandino    le vene stanno per
rompere gli argini    stanno straripando
da se stessi sulle piastrelle
si sono cambiati l’acqua in shake
si sono avvicinati troppo agli specchi
si sono avvicinati troppo al vetro
e ora sono sdraiati
nella pozza incrinata dei loro visi
le loro file!    le distensioni declinate
la flessione per il bicipite    aspettano    fissano
davanti a sé    giurano che l’umido
sulle guance è solo sudore
che le parole mormorate mentre sollevano
non sono nulla    che non sentono
nulla quando il muscolo si strappa
da se stesso    che non sentono
le migliaia di piccole fratture
necessarie a costruire qualcosa di più forte

[Originale in inglese di Andrew McMillan, ‘the men are weeping in the gym’ in Physical]

Advertisements