Tag Archives: fantasy

#GloPoWriMo 2018 24 – Da dentro il frigorifero

Standard

Cominciamo dalle basi:
C’era una volta, e sei innamorata di lui
(Sei sempre innamorata di lui)

Sei sempre innamorata di lui,
Quindi permettici di agghindarlo col battito del tuo cuore
Fa’ che sia una fine degna per i modi in cui muori

I modi in cui muori sono una miriade
(I modi in cui muori sono sempre una miriade)
La bomba, la lama, il proiettile che punteggia la vita contata per battiti

Vita contata per battiti
Battiti che segnano l’ampiezza delle sue spalle,
La curva del suo viso quando ha il tuo nome in bocca

Il tuo nome una donna diventata sussurro,
Preghiera, ambizione soffiata nella conca del suo orecchio in lutto,
Chino sulla causa del suo eroismo

L’eroismo è sempre stata la sua fine, come la morte è sempre stato il tuo
Perchè tu sei innamorata di lui
(Sei sempre innamorata di lui)

Sei sempre innamorata di quello che fai:
Villano fatto paladino, esperimento fatto uomo dalla pelle d’acciaio
Omicidio di donna fatto tramite per avventura d’eroe

Avventura d’eroe che filtra tra i battiti della tua vita fino all’amore per un uomo
Recipiente di un mezzo, supporto per un fine
La tua fine, la fine:
Il suo c’era una volta.

 

Originale inglese di Andrea Tang, ‘A View from Inside the Refrigerator’ su Uncanny Magazine 21

Advertisements

Drifting

Standard

Time and space don’t matter
here, as she walks along the brink
cautiously slipping into
and onto the shimmering page.

Time and space don’t bother
her, she looks upon the spine
slicing through light and beams
as the universe supports her.

Time does not envelop her
as she finds her space
an innermost inch, a room
to call her own, at last.

Space does not contain her
for yes, there will be time
reflected and refracted through
the chapters in her life.

Time flows and space constricts
but she, modern Promethea,
is unbound, the fallen chains
spark on weatherworn rock.

Space is fluid and time congealed
as an ice-cube washed ashore
that she may or may not pick up
take home and place on a pile

of unread pages, unfinished sketches
of a blind seer’s book.
As she steps out back into the cold
she’ll forget about it. It will melt.
Become one with the books
bleed into pages, blur the images
blend the lines, push the boundaries
and time and space won’t matter.

DSCN5025