Tag Archives: rete

Sulla dissidenza, di Joanne Leow

Standard

La rete che preme contro
la tua pelle,
fatta di fibre sottili d’acciaio
che lasciano un’impronta solo
quando ti ci spingi contro.

Abbiamo passato buona parte delle nostre
vite senza sapere della sua esistenza.

Se lavorassi in silenzio con un taglierino su
questo lato della rete
per creare un’apertura minuscola
non penso riuscirei
a districartene fuori.

Ho lasciato persone anch’io.

Quello che mi rimane è di infilare piccoli
pezzi di carta piegati attraverso
i buchi nella rete.
Ripiego ogni missiva, ne spingo
una serie dall’altra parte.

Si leggono come frammenti
sconnessi. Forse li prenderai
uno ad uno, li poserai
a terra, piatti, li riordinerai
in modi che hanno
senso per te.

Posso solo ricordarti
che io mi ricordo. Che
aspiro alla precisione,
anzi, alla verità.

Da questo lato, la rete luccica.

[Originale in inglese di Joanne Leow, ‘On Dissidence’.]

Advertisements

Baia Inglese, di Evelyn Lau

Standard

Di nuovo ci troviamo sulla battigia,
tra resti di conchiglia e plastica,
garza di alghe che mi intrappola i piedi come rete.
Fregate rosse e la grigia nebbia Onley delle isole.
Il luccicare a conchiglia del sole sull’acqua, cielo a lisca di pesce.
Pensavo ad un film in cui un uomo affogava
in mezzo all’oceano, onde enormi si ergevano
intorno a lui come dune nel deserto, e a come una volta ho detto,
è così che funziona, il dolore –
anni fa, prima che morisse qualcuno.
Chi sapeva quanto si sarebbe espanso l’oceano,
quanto sarebbero cresciute quelle onde.
Poi sono entrata in acqua, in quel mondo marino
di laminaria e plankton. Il verde che mi lambiva le gambe
ha viaggiato per miglia per arrivare in questa baia.
Un cappio di nuvole appeso all’orizzonte.
Spore, sabbia nell’aria ruvida. Non c’era nessuno a cui tengo.

[Originale in inglese di Evelyn Lau, ‘English Bay’]