Tag Archives: translation thursday

#GloPoWriMo 2018 10 – Calore e acqua calda

Standard

Dimmi ancora come ami la metà lei e la parte lui di me.
Mostrami con la bocca le mani i fianchi che non c’è un solo lembo di pelle mia intonso. Invalicato. Invisibile.
Lasciami portare quella borsa. Ce l’ho, tesoro. Ce l’ho.
Lasciami appenderti il cappotto e mettere l’acqua a bollire.
Lascia che le mie dita trovino quel punto sul collo che ti fa sempre male.
Lascia fare a me.
Ho lavato le lenzuola prima che venissi qui. Vieni qui e fammi ricordare l’odore del tuo collo e conservarlo per un’altra volta.
Mio amore jet-laggato. La tua mancanza è la mia sola costante.
Nelle ore più piccole mi sveglio e mi ricordo che ho ancora altre quattro notti di te.
Farai scivolare la tua mano calda sotto il mio torso e mi sposterai nel sonno.
Ti svegli prima di me perché è già mattina tardi a Toronto.
Nemmeno il cane riesce a toglierti gli occhi di dosso mentre balli in cucina.
Sorridi con quel sorriso che metti da parte per me e mi dici di non indossare una maglia per potermi guardare mentre preparo il caffè.
Proprio così, dici.
Proprio così.

 

#translationtuesday
originale inglese di Ivan Coyote, ‘Heat and Hot Water’

Advertisements

#GloPoWriMo 2018 5 – Ancora, un’altra volta

Standard

Voglio dire che da qualche parte
ci sono due stelle in orbita l’una
dell’altra

ognuna convinta che l’altra sia
il sole, e da qualche altra parte c’è
un piccione

il volo diretto verso l’orizzonte perché
sa che non è ancora a casa. Voglio
dire

che ad un certo punto c’era un castello,
e ora non c’è più. Da qualche altra parte, un fiume
ha scavato

un canyon per poter baciare l’oceano sulla bocca.
Qui, la mia mano trova la tua e dall’altra
parte del mondo

un continente perduto trema. Chiunque chieda
perché ci servono le arti deve capire che alcune
fondamenta

dell’essere sono, come atomi, invisibli finché
non hai gli strumenti giusti. Quando ero
piccola

stavo seduta dietro in macchina e guardavo
le gocce di pioggia rincorrersi sul vetro, riunendosi
a

vecchie amiche lungo la strada. Anni dopo, mi hai baciata
sotto nuvole di tempesta e mi sono ricordata che
la quantià

d’acqua sulla terra è sempre stata la stessa.
Lo scorso inverno mi hai salutata alla stazione ed io
sono precipitata

dentro di te, esultando per averti trovato di nuovo.
Voglio dire che ti amo troppo perché questa
sia solo la prima volta

 

#translationthurs
originale in inglese di Emily Chou